Festival dei Due Mondi di Spoleto, 29 Giugno – 15 Luglio 2018

Dal 29 giugno al 15 luglio torna come ogni anno Il Festival dei Due Mondi di Spoleto. uno dei più longevi ed importanti festival dell’Umbria, nonché un evento di risonanza mondiale.

Il Festival dei Due Mondi nacque nel 1958 su idea del maestro compositore ​Gian Carlo Menotti ​(scomparso nel 2007) che scelse Spoleto per vari motivi: le dimensioni a misura d’uomo del centro storico umbro, la presenza dei due teatri all’italiana, la scoperta di un teatro romano e soprattutto la presenza di piazza Duomo, architettonicamente un teatro all’aperto silenzioso ed immutato nel tempo.

Il Maestro volle unire la cultura americana e quella europea e allestire una manifestazione che fosse il più ​internazionale ​possibile, radunando a Spoleto ​eccellenze provenienti dal mondo della prosa, della lirica, della danza, dell’arte marionettistica, dell’arte oratoria, della musica,delcinema, dellapittura,edaglianni‘80anchedalsettore medico-scientifico.

Per dare un’idea delle partecipazioni illustri basta ricordare artisti del calibro di ​Luchino Visconti, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman, Nino Rota, Ezra Pound, Roman Polanski, Zubin Mehta, Dario Fo e Franca Rame, Lila De Nobili, Roberto Rossellini, Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Margot Fonteyn, Carla Fracci, Pietro Tosi, Paolo Stoppa, Renato Guttuso, Henry Moore.

Vi presentiamo solo alcuni dei numerosi ed interessanti eventi dell’edizione curata dal regista Giorgio Ferrara.
Questa ​edizione 2018 del Festival ​si apre con la nuova produzione de Il Minotauro​, opera lirica in 10 quadri che è stata commissionata alla compositrice Silvia Colasanti, con l’Orchestra Giovanile Italiana diretta dal Maestro Jonathan Webb.

Per gli amanti della danza imperdibile lo spettacolo ​“Lucinda Childs: a Portrait”​ che si terrà il 29, 30 Giugno e il 1 Luglio al Teatro Romano.Lucinda Childs carismatica icona della danza minimalista americana, è riconosciuta fra i maggiori coreografi al mondo e ancora oggi è considerata una delle “s​ acerdotesse” della ​Postmodern Dance.

Il 7 Luglio Spoleto sarà anche tappa del tour estivo di ​Francesco De Gregori​, che si esibirà con una scaletta ricca di grandi classici ma anche canzoni “mai passate alla radio” e brani raramente eseguiti dal vivo negli ultimi anni.

Il 15 Luglio in Piazza Duomo il ​premio Oscar Marion Cotillard,​ per la prima volta al Festival di Spoleto, assieme a Benoît Jacquot, uno dei più raffinati autori della cinematografia francese.

Ogni giornata del Festival sarà caratterizzata da un ​Concerto di Mezzogiorno​ per 14 appuntamenti con cui il Festival intende promuovere e valorizzare i giovani che si affacciano alla carriera concertistica, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, Afam e Conservatori italiani.

Oltre al Concerto di Mezzogiorno, gli spettatori potranno assistere quotidianamente anche a un ​Concerto della Sera​, per un totale di 14 concerti che vedranno gli allievi delle maggiori istituzioni musicali umbre cimentarsi in diverse performance che spaziano dall’Opera, al Bel Canto fino ad arrivare Orchestra Jazz del Conservatorio.

L’edizione del 2018 rende omaggio alle discipline scientifiche con la mostra storico-scientifica​ “Il Mistero dell’Origine. Miti, Trasfigurazioni e Scienza” presentata dalla Fondazione Carla Fendi presso l’ ex Museo Civico, Battistero, Chiesa della Manna d’Oro.

Per i ragazzi dai 14 fino ai 30 anni, sono previste riduzioni del 50% su tutti gli spettacoli mentre per gli over 65 è prevista una riduzione del 20% (posti limitati alla disponibilità).* Inoltre, per quanti pur venendo da fuori alloggeranno in un hotel in Umbria, è riservata una riduzione del 20% sui biglietti.*

*Sono escluse dalle riduzioni il concerto di Francesco De Gregori del 7 luglio e Jeanne d’Arc au bûcher del 15 luglio. ​Minotauro del 29 giugno ha una riduzione inferiore. Posti limitati su disponibilità.

Per maggiori informazioni riguardanti il programma, i biglietti o le riduzioni consultate il sito ufficiale del ​Festival di Spoleto

Recommended Posts